Problemi di udito nei bambini: come riconoscerli Le fasi dello sviluppo linguistico e i segnali di un deficit uditivo

problemi di udito nei bambini

I problemi di udito nei bambini sono molto diffusi, e possono comportare la comparsa di disturbi che non riguardano soltanto l’udito. Lo sviluppo del linguaggio, la comunicazione, l’apprendimento e anche la capacità di socializzazione che si sviluppano nei primi anni di vita del bambino dipendono anche e soprattutto dalla loro capacità di sentire.

Per questo, prestare attenzione ai piccoli segnali dell’ipoacusia nei bambini che possono presentarsi nelle diverse fasi di sviluppo può aiutare i genitori ad assicurarsi che la crescita del proprio figlio segua le normali tappe. Se il bambino ha problemi di udito, ad esempio, in molti casi è riscontrabile dai suoi primi anni o addirittura mesi di vita, ed è fondamentale accorgersene per intervenire prima che il deficit uditivo pregiudichi lo sviluppo linguistico e cognitivo.

Lo screening audiologico neonatale, recentemente divenuto obbligatorio nel nostro Paese, è un enorme passo avanti nella prevenzione dei problemi di udito nei bambini, perché consente già al momento della nascita di individuare eventuali problematiche congenite. Anche dopo, tuttavia, è fondamentale che il pediatra, ma soprattutto i genitori, monitorino la crescita del piccolo e tengano conto di eventuali segnali d’allarme.

L’udito dei bambini e il linguaggio nei primi mesi di vita

Le tappe fondamentali nello sviluppo linguistico, dunque, sono da tenere in considerazione come le linee guida a cui attenersi per verificare che non ci siano problemi di udito nei bambini.

A tre mesi, il bambino riconosce la voce dei genitori, mentre a sei gira il capo se viene distratto da rumori interessanti. Quando ha nove comprende parole semplici come “mamma” o “papà” e a dieci inizia a sillabare e a un anno inizia a pronunciare le sue prime parole. Già in questo primo anno di vita, notevoli ritardi rispetto a queste fasi potrebbero far sospettare un deficit e rilevarlo subito potrebbe essere fondamentale perché un ausilio audiologico consentirebbe al bambino di sviluppare il linguaggio e la comunicazione in modo naturale, senza alcun divario rispetto ai suoi coetanei. Più difficile, invece, è accorgersi dei sintomi di una possibile ipoacusia nei bambini quando sono già più grandi, in quanto è possibile che abbiano sviluppato inconsapevolmente delle tecniche linguistiche imitative che compensano il deficit. Per questo motivo, è opportuno prestare attenzione ai seguenti segnali, perché possono dire molto della reale capacità uditiva dei bambini

Udito bambini: 10 sintomi che possono indicare un problema di udito

  • Sembra sentire bene a volte, ma altre volte non risponde
  • Chiede di alzare il volume della TV più degli altri membri della famiglia
  • Domanda “cosa?” o “che hai detto?” più spesso del normale
  • Cambia posizione della testa se la fonte del suono proviene da una direzione precisa, come a voler utilizzare l’orecchio migliore
  • Gli insegnanti sostengono che a scuola partecipa poco ed è distratto
  • Non svolge correttamente i compiti che gli vengono assegnati oralmente
  • Non obbedisce, perché sembra non ascoltare i tuoi ammonimenti
  • È distratto e disinteressato durante le conversazioni a tavola
  • Parla a voce alta, più del necessario
  • Ti guarda intensamente quando gli dici qualcosa che lo interessa in modo particolare

Le cause dei problemi di udito nei bambini sopraggiunte dopo diverso tempo dalla nascita possono essere molteplici, dalle ragioni genetiche ad un parto prematuro. La cosa importante è agire in tempo.

Se sospetti che il tuo bambino possa soffrire di ipoacusia anche lieve prenota subito per lui un controllo dell’udito e accertati con uno specialista dell’entità del danno e dei provvedimenti da adottare.

0 comments on “Problemi di udito nei bambini: come riconoscerli Le fasi dello sviluppo linguistico e i segnali di un deficit uditivoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *